A TUTTO SI DOVEVA ESSER PRONTI
Partnership: "A TUTTO SI DOVEVA ESSER PRONTI"
05/10/2017
Lo Studio format-c Architettura e la rete COMMUNIA sostengono e promuovono l’evento culturale “A TUTTO SI DOVEVA ESSER PRONTI - La tutela e il salvataggio delle opere d’arte nel Veneto durante la prima Guerra Mondiale. AVVENTURE, CURIOSITÀ E ANEDDOTI”. Una ricerca di Silvia Anapoli in collaborazione con Associazione Ricercatori G.G. Carrè-Chiuppano e il patrocinio dei Comuni di Carrè, Chiuppano, Zugliano. Venerdì 20 Ottobre 2017 Ore 20.30 presso il CENTRO CULTURALE CARADIUM - Colline delle Bregonze - Carrè (Vicenza).

…nelle sorprese di guerra a tutto si doveva essere pronti, per nulla temere.

Con queste parole Gino Fogolari (1875-1941) - già soprintendente all’arte moderna e medievale del Veneto e Friuli durante la Grande Guerra - sintetizzava l’azione da compiere per la tutela e il salvataggio del patrimonio artistico italiano dai danni e dalla depredazione della Grande Guerra.
Più il fronte ed il “nemico” invadevano parte del territorio prossimo alla pianura padana impegnando gli alti comandi Italiani a cambiare strategie e mobilitando ingenti truppe, pochi manipoli di studiosi - per lo più senza una vera organizzazione ed il completo supporto militare - si avventuravano nel cercare di mettere al sicuro e proteggere quadri, affreschi, sculture e architetture. Ci si rendeva  forse conto, solo allora, di quanta ricchezza dell’Italia potesse andar perduta cancellando per sempre storia e identità. Assieme alla fiumana di mezzi militari con soldati e generali, assieme a carovane di sfollati e profughi che transitavano nel Veneto, si affiancavano anonimi convogli o salpavano imbarcazioni stipate con le nostre più importanti opere d’arte provenienti sia da grandi città sia piccoli paesi. Quel che non poteva essere trasportato lontano veniva nascosto o protetto improvvisando soluzioni tra le più disparate.
In questo scenario si consumava il dramma dell’arte italiana in guerra ed è in questo contesto, in occasione delle attività per il Centenario della Grande Guerra, che l’Associazione intercomunale Ricercatori Grande Guerra Carrè – Chiuppano, in collaborazione e con il patrocinio dei Comuni di Carrè – Chiuppano – Zugliano ha voluto promuovere lo studio svolto da Silvia Anapoli.
Venerdì 20 Ottobre 2017 alle ore 20.30 presso il CENTRO CULTURALE CARADIUM nel contesto delle Colline delle Bregonze, saranno raccontati  avventure, curiosità ed aneddoti d’arte e guerra, per un pubblico di non solo addetti ai lavori.